Lavori via Tiburtina – Record scandaloso del degrado

Roma, via Tiburtina, i lavori di allargamento di via Tiburtina, tratto quartiere Settecamini Rebibbia, circa 4km di percorso,lavori inaugurati dall’ex-sindaco Veltroni nel 2001, nel 2022,dopo ben 21 anni ancora sono a meta’, con conseguenze catastrofiche come il traffico che e’ raddoppiato, le floride aziende che hanno dovuto chiudere e rischi per l’incolumita’ dei cittadini a causa delle mancate norme di sicurezza, sia per i pedoni che per gli automobilisti.

Il traffico congestionato nelle strette vie del quartiere Settecamini, causato dal flusso di auto che arriva dai paesi fuori Roma, crea code chilometriche e qualita’ dell’aria perennemente sulla soglia di pericolo a causa dello smog, tanto che la mattina l’aria e’ irrespirabile, dunque, non soltanto disagi sul traffico a causa di code interminabili e snervanti, ma sopratutto disagi per la salute dei cittadini.

Altri danni causati dai lavori interminabili riguardano il decoro del quartiere, il quale da ambito quartiere vivibile in venti anni e’ diventato uno dei piu’ invivibili. Chi ha comprato casa con la prospettiva promessa di un quartiere in cui sarebbe dovuta passare anche la metro, oggi si ritrova appartamenti che valgono la meta’, poiche’ a Settecamini le case non si comprano piu’, ma si vendono per scappare via, anzi, si svendono.

Gli edifici delle aziende che hanno chiuso, le quali erano il fiore all’occhiello della prosperita’ economica di Roma, oggi sono divenuti ruderi decadenti ed alloggi per stranieri senza fissa dimora, costretti a vivere senza alcuna norma igienica e di sicurezza, dunque senza alcuna dignita’.

Il degrado causato dai lavori, ha fatto si che misteriosamente quasi tutte le strutture demaniali gestite dal Comune di Roma, siano state rese inagibili anche senza motivo da un giorno all’altro e dopo fantomatici lavori di rivalutazione, una volta cominciati e finanziati sono stati abbandonati a se stessi, compresa la Caserma dei Carabinieri sita in via Rubellia 6, la quale nel 2018 sarebbe dovuta essere stata riconsegnata dopo due mesi di lavori per infiltrazioni di acqua dal soffito alla Compagnia Carabinieri Settecamini, una delle piu’ antiche di Roma, ma nel 2021 e’ in stato di abbandono e decadimento.

In ventuno anni sono cambiate diverse gestioni della citta’, ma tutti i sindaci hanno pensato a rendere il centro un luogo privilegiato ed i quartieri periferici come Settecamini, dei luoghi poco vivibili e degradati a causa di gestioni fatte di finanziamenti, progetti ed abbandono.

Intervistando alcuni operai, essi affermavano di non avere responsabilita’ sulla lentezza dei lavori, poiche’ si tratta di lavoratori che giungono anche dal sud Italia, che lavorano¬† a chiamata per qualche settimana, per poi essere rimandati a casa in attesa di essere richiamati.

Durante la gestione Marino i lavori sono stati addirittura abbandonati e milioni di euro di materiali, pagati dai contribuenti sono andati in malora e riacquistati.

Se favorire i quartieri ricchi e disagiare le periferie significa saper gestire una citta’ importante come Roma, vuol dire che bisogna votare per i politici di mestiere e non per coloro che vantano promesse sui social-network che non possono mantenere, perche’ degradare un quartiere florido come Settecamini, si parla di ingenti danni non quantificabili a danno di aziende e cittadini i quali pagano per ricevere servizi e non chiacchere e promesse da marinai.

Appena circa 4km di lavori in 21 anni, corrisponde a circa mezzo metro al giorno di lavori che i cittadini hanno pagato caro, sia economicamente che moralmente: Tutto questo, e’ un vergognoso record di scandalo!